Non è affatto vero che in Italia non ci sono gli artisti come una volta. Ci da una forte testimonianza Simone Massoni, un illustratore italiano che ha lavorato e lavora con diversi marchi noti in tutto il mondo.

Abbastanza giovane ed eccentrico (leggendo le prime righe della sua bio sul sito sketchthisout) riesce a lavorare molto bene con le “bidimensioni”, e diventa abbastanza originale il suo tratto che si affaccia al passato. Ogni singola illustrazione e impregnata di un sapore retrò che da libero sfogo alle fantasie più remote. Il surrealismo e il gioco di profondità, rende espressivi e fuori dal tempo i soggetti illustrati. Colpisce molto lo studio sui cromatismi, la gamma tonale utilizzata per alcune delle sue opere reinventa un concetto di colore ormai abusato e poco originale in altre realtà.

Simone massoni ha deciso come noi di Studiomono di restare in Italia, ed imporre il proprio saper fare stando seduti da casa, e favorendo un territorio sempre meno vissuto da migranti dell’arte. Un fiore all’occhiello di un’Italia sempre posta in secondo piano nella produzione di illustrazioni.

Navigando nel sito sketchthisout, marchio creato da lui nel 2005, possiamo notare come fra i suoi clients troviamo: Nokia, Guess Kids, Facebook, The New York Times, Wired; ed oltretutto alcune delle più grandi case editrici italiane come: Feltrinelli, Eli, DeAgostini, Giunti, Mondadori, Piemme.